La finalità di questo blog è fornire informazioni esclusivamente a scopo informativo e non dovrebbero mai essere considerate come un sostituto dell'opinione di un professionista.

Fino a quando si prende l’acido folico in gravidanza

Le linee guida raccomandano che le donne in età fertile assumano 400 microgrammi di acido folico al giorno. Tuttavia, durante la gravidanza, questa dose aumenta a 600-800 microgrammi al giorno. È importante iniziare ad assumere l’acido folico almeno un mese prima di concepire e continuare fino al primo trimestre di gravidanza.

Quando smettere di prendere l’acido folico in gravidanza?

La risposta a questa domanda dipende da diversi fattori, tra cui la salute della madre, la presenza di condizioni mediche preesistenti e le raccomandazioni del medico. In generale, l’acido folico può essere assunto per tutta la durata della gravidanza, ma è importante consultare il proprio medico per determinare la durata specifica dell’assunzione.

Alcune donne potrebbero essere consigliate di continuare ad assumere l’acido folico anche dopo il primo trimestre, soprattutto se hanno un rischio più elevato di difetti del tubo neurale o se hanno una carenza di acido folico. Il medico può prescrivere una dose più elevata di acido folico o consigliare l’assunzione di integratori vitaminici prenatali che contengono acido folico insieme ad altre vitamine e minerali essenziali.

È importante ricordare che l’acido folico da solo non può garantire una gravidanza senza complicazioni o la prevenzione di tutti i difetti congeniti. È solo uno dei molti fattori che contribuiscono alla salute del feto. È fondamentale seguire una dieta equilibrata, fare regolare attività fisica e seguire le raccomandazioni del medico per garantire una gravidanza sana.

Disclaimer

Le informazioni fornite in questo articolo sono solo a scopo informativo e non devono essere considerate come sostituto del parere medico professionale. Se hai domande o dubbi sulla tua salute o sulla salute del tuo bambino, consulta sempre un medico qualificato. L’autore e il sito web non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti dall’uso delle informazioni presenti in questo articolo.

Autore:
Sandra Antonelli
Sandra Antonelli, esperta in chimica farmaceutica presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca, ha più di 10 anni di esperienza nell'industria farmaceutica. Attualmente lavora come ricercatrice presso il laboratorio della Farmacia Savonuzzi.